LAMPEDUSA ARCHEOLOGIA

Lampedusa è la più grande delle isole pelagie, conosciuta al tempo degli antichi Greci come Lopadusa (da qui il nome del sito) ed appartiene geologicamente al continente africano.
Per informazioni generiche e turistiche ull' isola rimandiamo alle numerose risorse presenti sul web, in questo sito vogliamo occuparci dell' isola e descriverla così come poteva apparire migliaia di anni fa:




Il patrimonio archeologico di Lampedusa è tanto interessante quanto è trascurato e dimenticato.
In epoca moderna, il primo archeologo a mettere piede sull' isola è stato Thomas Ashby nel 1912: egli rimase sull' isola solo due giorni, abbastanza per riferire "...i resti preistorici di Lampedusa meritano ulteriore ricerca per la quale un certo lavoro di scavo è necessario: questo è compito delle Autorità Italiane alla cui attenzione lascio questo breve racconto del mio soggiorno a Lampedusa e delle mie osservazioni in merito..." (link al rapporto di Ashby su Lampedusa in Inglese).

Mappa Archeologica di Lampedusa 1912 thomas Ashby

Successivamente su Aldo Segre nel 1954 ad interessarsi dell' isola dal punto di vista archeologico producendo, all' interno del suo studio prevalentemente dedicato alla geologioa dell' isola anche una mappa archeologica:
Mappa Archeologica di Lampedusa 1954 Aldo Segre


La più recente mappa archeologica di Lampedusa è quella prodotta nel 1989 da Stefano Diceglie del Centro Aerofotografico dell' Università di Bari in "Telerilevamento Archeologico".


Riievi magnetici di Lampedusa (aree di antropizzazione antica) in 1989 Diceglie

Da segnalare inoltre una mappa della Professoressa De Miro  in Quaderni di Archeologia dell' Università di Messina nel 1994: La Professoressa De Miro è stata responsabile degli scavi condotti nel centro abitato di Lampedusa che hanno interessato l' antico abitato romano e la fabbrica di garum di età romana tardo-imperiale. Ad oggi questi sono gli unici scavi condotti sull' isola.

Mappa Archeologica di Lampedusa 1998 Armida De Miro


Nessuno studio, nessuno scavo e nessuna ricerca è mai stata condotta per approfondire la nostra conoscenza della ricchissima preistoria e storia antica dell' isola di Lampedusa, non sappiamo nulla o quasi dell' occupazione secolare dei Fenici, non sappiamo nulla della cultura megalitica che li ha preceduti, non sappiamo nulla delle genti di Stentinello che hanno risueduto sull' isola 7000 anni fa. 
Pur in  presenza di evidenti prove e tracce di insediamento in epoca Fenicia e Preistorica ancora questa parte della storia di Lampedua rimane ignorata, cosa dire poi del periodo greco e delle monete che venivano coniate a Lampedusa (allora chiamata dai Greci Lopadusa da cui il nome del nostro sito).

Moneta bronzea greca coniata a Lampedusa
Moneta punica attribuita a Lampedusa

Troppi interrogativi attendono risposte dagli studiosi. Il nostro sito vuole porre delle domande e suggerire delle possibili ipotesi sulla storia e preistoria dimenticata di Lampedusa nella speranza che la ricerca archeologica presto ci aiuti a capire il ruolo che Lampedusa ha avuto nel Mediterraneo antico molto prima che diventasse un' isola controllata dai Romani.
Mi piace ricordare qui le parole del lontano 1906 di Paolo Orsi, uno dei padri dell' archeologia siciliana, circa Lampedusa:
"Io credo, che mai una volta gli archeologi abbiano avuto occasione di occuparsi di Lampedusa, la Lopadusa di Strabone e Tolomeo, il povero e minuscolo isolotto perduto nel mare africano, la cui storia è un mistero..."
 (vedi foto qui sotto tratta da "Notizie degli Scavi" Anno 1905 Volume II  rivista pubblicata dall' Accademia dei Lincei):

Cosa è cambiato dal lontano 1906? Poco o nulla: brandelli di storia di lampedusa per li più romana sono stati recuperati ma la ricchissima preistoria di Lampedusa ancora attende di essere svelata: questo sito vuole essere principalmente un richiamo per le coscenze affinchè non si lasci andare perduta e distrutta la memoria di Lampedusa. Il materiale per lo studio e la ricerca è lì che aspetta in balia degli agenti atmosferici ed umani che ne compromettono sempre di più lo stato di conservazione.

Articoli suggeriti:
Neolitico di Lampedusa.
Lampedusa Stonehenge
Le tre Torri di Lampedusa.